Dog Triathlon

DOG TRIATHLON

I EDIZIONE – TROFEO VULSINIA CITTA’ DI BOLSENA 17 E 18 LUGLIO 2010 (risultati)

II EDIZIONE – CITTA’ DI ORBETELLO 9 SETTEMBRE 2017 (risultati)

 

 

REGOLAMENTO

 

LA PARTECIPAZIONE ALLA GARA DI TRIATHLON E’ APERTA A TUTTI I GRUPPI CHE SVOLGONO ATTIVITA’ DI ADDESTRAMENTO DI CANI PER IL SALVATAGGIO IN ACQUA.

Sono previste tre classi di lavoro:

Classe Junior: da 1 a 2 anni

Classe Libera: da 2 a 6 anni

Classe Senior: oltre 6 anni

 

Sono previsti 2 gruppi di gara: cani di taglia media (Retriever e simili) e cani di taglia grande (Terranova e simili).

E’ previsto un Trofeo a squadre dai 2 a 4  cani, le squadre devono essere formate o da soli Terranova o da Retriever, no squadre miste, le prove saranno le stesse della classe Libera.

La partecipazione è aperta a tutti i cani che abbiano compiuto dodici mesi di età, sono previste più classi d’iscrizione sia nella Junior, Libera e Senior.

Il termine per le iscrizioni è fissato a 14 gg prima della gara e saranno accettati pagamenti il giorno delle prove.

L’iscrizione per partecipare al TRIATHLON è di € 15,00 a cane. L’iscrizione per la gara a squadre è di € 5,00 a cane.

Il comitato organizzativo provvederà prima dell’inizio delle prove di ogni edizione, alla nomina dei giudici cronometristi ed i figuranti, in modo che saranno quindi gli stessi per tutti i concorrenti.

Il cane impegnato nelle prove, dovrà indossare un’imbracatura con anelli ma senza galleggianti di sostegno.

Le prove consistono nello svolgimento di esercizi a tempo. Per cronometrare meglio le singole prove verranno posizionate delle boe per segnalare la partenza e l’arrivo, (si provvederà a posizionare le stesse con il punto più favorevole per far nuotare i cani).

Sono previsti 3 esercizi per ogni classe.

Per lo svolgimento del primo esercizio, viene effettuato un sorteggio per stabilire l’ordine di partenza dei presenti, si raccomanda quindi la massima puntualità nella presentazione dei cani. L’orario di inizio per le iscrizioni è stabilito per le h 8, mentre per l’inizio della gara l’orario è fissato per le h 9.

Nel secondo esercizio, l’ordine di partenza sarà stabilito in base alla media dei tempi effettuati nel corso del primo esercizio (dal tempo più alto al più basso).

Nel terzo esercizio, l’ordine di partenza sarà stabilito in base alla media dei tempi effettuati nel corso del secondo esercizio (sempre dal tempo più alto al più basso).

Se un cane rifiuta l’oggetto dell’esercizio o parte di esso, e quindi non esegue l’esercizio nella sua completezza, verrà imputato il tempo peggiore della classifica più 30 secondi di penalità.

Le tre prove per le categorie Junior e Senior si svolgeranno su percorso di 15 mt. dal punto di avvio del cronometro.

Le tre prove per la categoria Libera, si svolgeranno nel percorso di 30 mt. dal punto di avvio del cronometro.

Per la classifica del Torneo a squadre verranno calcolate le due prestazioni migliori per ogni squadra.

 

 

NORME GENERALI

 

DOCUMENTI DEL CANE

  1. Il cane deve essere regolarmente registrato all’anagrafe canina ed in possesso di microchip.
  2. Il cane deve essere regolarmente vaccinato secondo le norme sanitarie vigenti.
  3. Certificato medico che attesti lo stato di buona salute del cane da presentare all’atto d’iscrizione alla gara e in corso di validità.
  4. Copertura assicurativa prevista dalla norma vigente.

 

 

DOCUMENTO DEL CONDUTTORE fotocopia di un documento d’identità.

 

GESTIONE DEL CANE

Durante le prove il cane in attesa del suo impiego, deve essere sempre tenuto al guinzaglio.

E’ fatto obbligo ad ogni conduttore di provvedere alla raccolta delle deiezioni del proprio cane e di tenere comportamenti che non rechino disturbo ai partecipanti e che non consentano possibili contatti a rischio tra cani.

Il proprietario o il conduttore sono direttamente responsabili del cane.

 

 

L’ORGANIZZAZIONE

Si riserva il diritto di annullare le prove per le condizioni metereologiche avverse, che possano pregiudicare la sicurezza dei cani, dei conduttori e dei figuranti e di apportare modifiche al programma in relazione al numero degli iscritti.

Il giorno della gara, verrà composta una commissione formata da tre persone provenienti da gruppi diversi; la scelta dei componenti avverrà tramite sorteggio. Tale commissione dovrà ascoltare gli eventuali reclami e redimere le contestazioni in base al regolamento.

 

 

DESCRIZIONE DEGLI ESERCIZI

TRE PROVE PER OGNI CATEGORIA

 

CLASSE JUNIOR

  1. Recupero di un figurante attaccato ad un salvagente che sia provvisto di riportello all’estremità della cima che collega il salvagente. Il cane parte di fronte al conduttore, prende il riportello e riporta il figurante a terra che resta attaccato al salvagente.
  2. Recupero di un bagnante in difficoltà (prova II brevetto SAT percorso 15 mt invece di 30). Il cane è posizionato seduto accanto al conduttore, il gommone si allontana di circa 15 mt, a seconda delle condizioni del luogo), quindi si ferma ed a comando del giudice cade in acqua un figurante che simula di essere in difficoltà. Il cane partendo da riva lo raggiunge ed effettua un giro davanti allo stesso e lo riporta a riva mediante imbracatura. Per cronometrare l’esercizio saranno predisposte due boe di partenza, un punto vicino la riva ma dove il cane sia già in grado di nuotare, ed uno vicino al figurante che simula l’annegamento, per far si che la distanza resti la stessa per tutti.
  3. Recupero di un gommone in avaria con due persone a bordo, con riportello legato alla cima del gommone e posto a 15 mt dalla partenza del cronometro. Un gommone con due persone a bordo è situato a 15 mt (vicino la boa di riferimento), il cane da riva lo raggiunge e quindi prende con la bocca la cima, con un riportello legato, che gli viene dato dall’occupante del gommone. Il cane rientra a riva trainando il mezzo. Per cronometrare l’esercizio, saranno disposte due boe: una di partenza di fronte alla riva ed una vicina al gommone per fare in modo che la distanza sia per tutti la stessa.

 

 

CLASSE LIBERA

 

  1. Recupero di un bagnante in difficoltà (prova II brevetto SAT). Il cane è seduto accanto al conduttore, il gommone si allontana di circa 30 mt a seconda delle condizioni del luogo, si ferma e al comando del giudice, cade in acqua un figurante che simula di essere in difficoltà. Il cane partendo da riva lo raggiunge ed effettuando un giro davanti allo stesso lo riporta a riva mediante imbracatura. Per cronometrare l’esercizio saranno predisposte due boe di partenza, in un punto vicino la riva ma dove il cane sia già in grado di nuotare, ed una vicina al nuotatore che simula l’annegamento, per fare in modo che la distanza sia la stessa per tutti.
  1. Apporto di una ciambella data o lanciata dal conduttore che il cane deve portare alla persona in difficoltà e quindi riportare a terra. Il cane è seduto accanto al conduttore. Dal gommone, allontanatosi di circa 30 mt, cade in acqua un figurante che simula l’annegamento. Il gommone si allontana, il cane entra in acqua e prendendo con la bocca la corda, datagli dal conduttore, con legato un salvagente, si dirige verso il figurante. Lo stesso, si attacca al salvagente ed il cane lo traina a riva. Per cronometrare l’esercizio, saranno predisposte due boe di partenza, in un punto vicino la riva ma dove il cane sia già in grado di nuotare ed una vicina al figurante, per fare in modo che per tutti sia la stessa distanza.
  1. Riporto di un gommone in difficoltà con quattro persone a bordo. Un gommone con quattro persone a bordo è situato a circa 30 mt (vicino ad una boa di riferimento). Il cane partendo da riva lo raggiunge e quindi prende con la bocca una corda, che gli viene data dall’occupante del gommone, il cane punta quindi verso riva trainando l’imbarcazione. Per cronometrare l’esercizio saranno predisposte due boe: una di partenza in un punto vicino la riva da dove il cane possa già nuotare e una vicina al gommone per far in modo che tutti i cani abbiano la stessa distanza.

 

 

CLASSE SENIOR

 

  1. Recupero di un bagnante in difficoltà (prova II brevetto SAT). Il cane è seduto accanto al conduttore, il gommone si allontana di 15 mt a seconda delle condizioni del luogo, quindi si ferma e a comando del giudice, cade in acqua un figurante che simula di essere in difficoltà, il cane partendo da riva lo raggiunge ed effettuando un giro davanti allo stesso, lo riporta a riva mediante imbracatura. Per cronometrare l’esercizio saranno predisposte due boe di partenza in un punto vicino alla riva dove il cane è già in grado di nuotare ed una vicina al figurante, per fare in modo che per tutti i cani la distanza sia la stessa.
  1. Apporto di una ciambella data o lanciata dal conduttore che il cane deve portare alla persona in difficoltà e quindi riportare a terra. Il cane è seduto accanto al conduttore, il gommone si allontana di circa 15 mt, cade in acqua un figurante che simula l’annegamento. Il gommone si allontana, il cane entra in acqua e prende con la bocca la corda datagli dal conduttore, si dirige sul figurante. Il figurante si aggrappa al salvagente e viene riportato a riva dal cane. Per cronometrare l’esercizio, saranno predisposte due boe di partenza, in un punto vicino alla riva dove il cane sia già in grado di nuotare e l’altra accanto al figurante per fare in modo che sia percorsa la stessa distanza da tutti i cani.
  1. Riporto di un gommone in difficoltà con due persone a bordo. Un gommone con due persone a bordo è situato a 15 mt (vicino ad una boa di riferimento). Il cane da riva lo raggiunge e quindi prende con la bocca una cima che gli viene data dall’ occupante del gommone. Per cronometrare l’esercizio, saranno predisposte una boa di partenza in un punto vicino alla riva da dove il cane può nuotare, ed una vicina al gommone per fare in modo che tutti i cani percorrano la stessa distanza.